17 ottobre 2018

Campionato di pensiero computazionale 2018-19

Il Dipartimento di Scienze Pure e Applicate, Scuola di Scienze Tecnologie e Filosofia dell’Informazione, dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, promuove, per l’anno scolastico 2018-19, la 1a edizione del

CAMPIONATO DI PENSIERO COMPUTAZIONALE

Regolamento

Art. 1 – Finalità

Il Campionato di Pensiero Computazionale ha la finalità di:

  • favorire lo sviluppo del pensiero computazionale come competenza trasversale;
  • favorire la comprensione degli aspetti computazionali della realtà e delle attività quotidiane;
  • promuovere l’uso consapevole delle tecnologie;
  • promuovere l’approccio algoritmico alla soluzione dei problemi;
  • richiamare l’attenzione sull’applicazione interdisciplinare degli aspetti metodologici e concettuali dell’informatica;
  • consolidare il rapporto tra scuola secondaria di secondo grado e università;
  • contribuire al superamento degli stereotipi di genere nell’ambito delle discipline tecnico-scientifiche.

Per le stesse finalità l’Università di Urbino, dal 2016, eroga MOOC gratuiti per la diffusione del coding e del pensiero computazionale nella scuola e organizza scuole estive per insegnanti.
In quest’ambito, il Campionato di Pensiero Computazionale offre agli studenti del triennio delle scuole secondarie di secondo grado un’occasione di confronto, di crescita e di orientamento universitario.

Art. 2 – Destinatari e modalità di partecipazione

L’iniziativa è rivolta agli studenti regolarmente iscritti ad uno degli ultimi tre anni di una scuola secondaria di secondo grado italiana per l’anno scolastico 2017/2018. La partecipazione degli studenti è subordinata all’adesione all’iniziativa da parte della scuola di appartenenza, che si impegna a nominare un docente referente, a verificare l’identità degli studenti partecipanti e a garantire lo svolgimento delle prove in condizioni di massimo rigore e totale imparzialità.
La richiesta di adesione potrà essere liberamente effettuata dalle scuole compilando il modulo online all’indirizzo http://codemooc.org/algomooc/campionato-2018/adesione. L’adesione sarà ritenuta effettiva solo a seguito della conferma di ricezione dell’e-mail automaticamente inviata all’indirizzo istituzionale della scuola.
Gli studenti la cui scuola risulti regolarmente registrata potranno registrarsi a loro volta compilando il modulo di adesione all’indirizzo http://codemooc.org/algomooc/campionato-2018/studenti, nel quale dovranno indicare il codice meccanografico della propria scuola.
La data di chiusura delle iscrizioni di scuole e partecipanti sarà decisa dall’Ateneo e pubblicata all’indirizzo http://codemooc.org/algomooc/campionato-2018/ con almeno 30 giorni di anticipo.

Art. 3 – Tipologia e contenuto della prova

La prova consiste in un test online che potrà contenere quesiti a risposta multipla e domande a risposta aperta. Le risposte alle domande a risposta aperta, se presenti, dovranno rispettare regole sintattiche esplicitamente dichiarate nel testo della domanda per permetterne la valutazione automatica.
Lo svolgimento del test comporterà: la soluzione di quesiti di logica, l’interpretazione di codice visuale a blocchi, l’applicazione di algoritmi, la stima della complessità computazionale di procedure date, l’individuazione di soluzioni algoritmiche a problemi dati, la soluzione di esercizi di coding unplugged. Tutti gli argomenti oggetto del test sono trattati nel MOOC “Algoritmi Quotidiani”, disponibile all’indirizzo: https://mooc.uniurb.it/algomooc/
Un test di autovalutazione e allenamento verrà reso disponibile ai partecipanti alla chiusura delle iscrizioni.

Art. 4 – Svolgimento della prova

Tutte le prove dovranno essere svolte tra le ore 9:00 di lunedì 6 maggio e le ore 13:00 di sabato 25 maggio. Ogni scuola potrà decidere data e orario di somministrazione all’interno della settimana, eventualmente scaglionando i propri studenti in più turni. Ogni studente avrà a disposizione un tempo massimo di 90 minuti per completare e consegnare il test.
La credibilità, la regolarità e la serietà della gara sono affidate ai singoli docenti che ne cureranno lo svolgimento all’interno della scuola. Alla discrezionalità dei docenti è lasciata la valutazione di eventuali circostanze impreviste che dovessero verificarsi (improvviso black-out, assistenza a studenti portatori di handicap, o esclusione di studenti responsabili di comportamenti scorretti o irregolari).
In caso di anomalie significative che emergessero dai dati relativi alla fase di svolgimento della prova interna alla scuola che inducessero ad ipotizzare dolo o anche solo trascuratezza nella sorveglianza (quali ad esempio tempi troppo brevi o errori sistematici), gli organizzatori si riservano la possibilità di escludere dalla gara singoli concorrenti o l’intero Istituto.

Art. 5 – Valutazione della prova e graduatoria

Le prove verranno valutate secondo criteri oggettivi che terranno conto della correttezza delle singole risposte e del tempo complessivo di consegna. La graduatoria verrà stilata sommando i punteggi riportati in ogni quesito (il cui intervallo minimo e massimo sarà dichiarato nel testo della prova) e premiando, a parità di punteggio complessivo, la velocità di consegna. A parità di punteggio e tempo di consegna verrà premiato lo studente con l’età anagrafica maggiore (in quanto più prossimo alla scelta dell’Università). Dalla graduatoria complessiva saranno estrapolate graduatorie interne alle scuole. Sarà inoltre predisposta una graduatoria dei soli primi classificati di ogni scuola. Ad ogni partecipante sarà comunicato l’esito della propria prova, mentre ad ogni scuola saranno comunicati gli esiti delle prove di tutti i propri studenti.

Art. 6 – Designazione dei vincitori

Saranno designati vincitori del Campionato di Pensiero Computazionale gli studenti che occupano le prime 4 posizioni nella graduatoria dei primi classificati di ogni scuola. In tal modo i premi verranno assegnati a studenti di 4 scuole diverse.
I primi 3 studenti della graduatoria assoluta e i primi tre studenti di ogni scuola riceveranno attestati di merito.
Tutti i partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione.
La designazione dei vincitori avverrà entro il mese di giugno 2018.

Art. 7 – Premiazione

Ai 4 studenti che risulteranno vincitori ai sensi dell’Art. 6 verrà attribuito un “assegno di studio” consistente nell’esenzione dalla contribuzione studentesca per l’iscrizione al primo anno di uno dei corsi di studio offerti dall’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo.
Tale esenzione alla contribuzione del primo anno di studio potrà essere esercitata entro e non oltre il trienno accademico successivo alla vincita.

Art. 8 – Comitato organizzativo

La predisposizione e la somministrazione dei test online e la gestione della fase di valutazione sono affidati ad un comitato organizzativo interno all’Università di Urbino coordinato dal Prof. Alessandro Bogliolo.

Art. 9 – Responsabilità

La partecipazione al Campionato di Pensiero Computazionale implica l’accettazione piena del presente regolamento, delle condizioni di organizzazione e di svolgimento della gara, dei risultati e dell’attribuzione dei premi.
I partecipanti accettano che, in caso di vincita o di piazzamento ai primi 3 posti della graduatoria assoluta o di ogni scuola, il loro nome e la loro immagine (da loro stessi fornita su richiesta) possano essere pubblicati dall’Università di Urbino e utilizzati nell’ambito di comunicazioni legate all’evento.

Art. 10 – Informazioni

Segreteria organizzativa CAMPIONATO DI PENSIERO COMPUTAZIONALE
Dipartimento di Scienze Pure e Applicate (DiSPeA)
Scuola di Scienze Tecnologie e Filosofia dell’Informazione
Piazza della Repubblica, 13 – 61029 Urbino (PU)