Coding su RAI Scuola, ogni sera

copertina-RAIscuola

Dal 27 febbraio RAI Scuola manda in onda 20 puntate di Toolbox II dedicate al Coding, dal lunedì al giovedì, ogni sera alle 18:45. E’ una grande opportunità di divulgazione che mi è stata offerta lo scorso autunno da RAI Cultura e che ho colto al volo, grazie alla determinazione di Riccardo Lanzidei e Rosanna Stirone, alla complicità dei registi Silvia Di Fonso, Alessandra Peralta e Alberto Polimanti, alla dedizione degli assistenti Stefano Aragona, Paola Gottardi e Maria Luisa Falconi e alla disponibilità di cameramen, fonici e montatori. Ora fanno tutti coding!

Siamo stati accolti dagli alunni della primaria (classi II B e IV B) e secondaria di primo grado (classe III B) dell’I.C. “Via Trionfale”, plesso di Vallombrosa, dagli studenti della III A dell’I.I.S. “Einstein Bachelet” di Roma, e dai loro insegnanti: Daniela Celesti, Mariella De Bonis, Valentina Fossati, Samantha Geraneo e Giovanna Landi per la primaria; Maria Carmela Crisafi, Nicoletta Elmo, Antonio Manna e Lavinia Preziosa per la secondaria di I grado; Daniela Arcangeli, Cristina Bassi, Francesca Novielli e Eliana Scagnetti per la secondaria di II grado. Appena avrò foto e liberatorie le pubblicherò.

L’idea


Dopo qualche telefonata interlocutoria con Riccardo e Rosanna ho saputo che avrei avuto a disposizione 20 puntate e abbiamo deciso di dedicarne 10 agli insegnanti e 10 agli alunni, toccando 10 temi che componessero un quadro organico e offrissero una buona base su cui impostare attività di coding in classe. Per ogni tema, la puntata per gli insegnanti documenta la discussione e il lavoro preparatorio, mentre la puntata per gli alunni documenta le attività svolte in classe. In entrambe le puntate l’argomento è affrontato in modo interdisciplinare e su tre livelli, nella primaria e nella secondaria di I e II grado.

La trasmissione è stata interamente girata all’interno delle scuole, coinvolgendo insegnanti e alunni senza alcun incontro preliminare. Ogni passaggio è stato documentato senza filtri, per permettere la piena comprensione dell’approccio seguito e facilitarne l’eventuale riuso.

Ho scelto io le scuole in un modo molto semplice: ho lanciato un appello in rete dicendo che cercavo scuole a Roma o dintorni (per motivi logistici) disposte a partecipare ad un esperimento di coding. Ho scelto la scuola che ha risposto più velocemente (l’I.C. “Via Trionfale”, proposto da Samantha) confermando la disponibilità e la capacità di ottenere le autorizzazioni in tempo utile. Poi ho chiesto al dirigente dell’Istituto di segnalarmi un I.I.S. in zona e sono arrivato all'”Einstein Bachelet”. Non ho cercato spazi o attrezzature particolari, nè insegnanti o classi con esperienze pregresse di coding, per lasciare che le idee e i dubbi scaturissero e venissero affrontati durante le riprese e per trovare situazioni nelle quali molti potessero riconoscersi.

Sono molto soddisfatto della scelta, perchè ho trovato grande disponibilità e quotidianità. Siamo riusciti a portare nelle classi tutti i temi previsti senza usare nulla che non si possa facilmente trovare o realizzare in ogni scuola.

Il format

cof

Il programma tocca 10 temi, ciascuno dei quali viene affrontato a scuola in 4 fasi:
  • sessione di brain storming in cui il tema è presentato a tutti gli insegnanti coinvolti e discusso per cercare esempi pertinenti;
  • tavoli di lavoro paralleli focalizzati su ogni ordine e grado scolastico per decidere l’attività a tema da proporre in classe;
  • preparazione dell’attività concordata per ogni classe;
  • svolgimento dell’attività in aula.

Tutte le attività riguardanti uno stesso tema sono documentate in due puntate, una destinata agli insegnanti e una ai ragazzi. Ogni puntata dura circa un quarto d’ora. Il tema viene brevemente introdotto in pre-sigla e riassunto in chiusura.

Le puntate per insegnanti sono suddivise in quattro parti:
  1. brain storming collettivo
  2. focus sulla primaria, tavolo di lavoro e preparazione attività
  3. focus sulla secondaria di I grado, tavolo di lavoro e preparazione attività
  4. focus sulla secondaria di II grado, tavolo di lavoro e preparazione attività

Le puntate per ragazzi sono suddivise in tre parti:

  1. attività nella primaria
  2. attività nella secondaria di I grado
  3. attività nella secondaria di II grado

I focus delle puntate per insegnanti si chiudono con brevissimi stacchi realizzati montando in rapida sequenza alcune scene girate nelle rispettive classi. Gli stessi stacchi introducono la corrispondenti sezioni delle puntate per ragazzi.

Il programma

toolbox-coding-sito

Come dicevo, il programma affronta 10 concetti in 20 puntate. Ad ogni concetto sono dedicate una puntata per insegnanti e una puntata per ragazzi.

Le puntate vengono messe in onda su RAI Scuola (canale 146 del digitale terrestre) ogni sera alle 18:45, dal lunedì al giovedì, a partire dal 27 febbraio 2017. Contestualmente vengono pubblicate sul sito dedicato al programma, che è diviso in tre sezioni: la copertina, la raccolta delle puntate per insegnanti con le rispettive sinossi e gli eventuali link di approfondimento, la raccolta delle puntate per ragazzi con sinossi e link.

Per ogni tema la puntata per insegnanti viene trasmessa e pubblicata il giorno prima della corrispondente puntata per ragazzi. Questo consente agli insegnanti interessati di guardare prima la preparazione e poi lo svolgimento delle attività, mentre i ragazzi possono guardare direttamente le puntate a loro dedicate, messe in onda il martedì e il giovedì.

Nell’insieme, le 20 puntate sono concepite per offrire strumenti di coding e pensiero computazionale da aggiungere alla cassetta degli attrezzi di cui ogni classe, composta da insegnanti e alunni, è idealmente dotata.

La prima puntata con Facebook Live

La prima puntata è un po’ diversa dalle altre, perchè serve a dare l’idea di cosa sia il coding e non rispetta esattamente il format delle altre.

Mi piacerebbe guardarla e commentarla insieme. Per questo lunedì 27 dalle 18:40 sarò in diretta sul canale Facebook di Rai Scuola, con 5 minuti di anticipo rispetto alla messa in onda sul canale 146.

 

34 pensieri su “Coding su RAI Scuola, ogni sera

  • Sarà sicuramente molto interessante “entrare nelle classi” e vedere da vicino come può essere utilizzato il coding nei vari ordini di scuola.

    • Sì, interessante e forse anche emozionante perché questa “grande famiglia” composta da chi vive la scuola come realtà costruttiva, oltre che educativa, si troverà a vivere un’ulteriore esperienza ancora più coinvolgente.

  • Complimenti prof. Davvero un bel programma! Mi piace l’idea di entrare nelle classi e vivere il Coding nelle realtà scolastiche. La seguirò con vivio interesse!! Grazie

  • Che dire…. è stata sicuramente una delle esperienze professionali più curiose ed elettrizzanti della mia vita…(nonché una delle più’ faticose 😉 . Un format così ben concepito riscuoterà sicuramente grande successo e offrirà al corpo docente un ulteriore spunto per l’agire quotidiano. L’organicità con la quale sono stati esplosi i concetti e la struttura estremamente chiara e lineare permetteranno di far arrivare il messaggio a tutti coloro vorranno ascoltarlo. Questo piccolo grande passo verso un modo di concepire la scuola più vicino alle esigenze delle nuove generazioni, più innovativo e giocoso ma intelligente e meditato è stato magistralmente colto, sviluppato e agito da Alessandro che si è confermato essere un grande maestro e un eccezionale divulgatore. Non entro nel merito delle singole giornate perché lascio a voi la sorpresa! Un ringraziamento è doveroso farlo alla troupe che ci ha accompagnato in questo insolito percorso… Sono stati tutti pazienti e competenti oltre che simpaticissimi!

  • Sarebbe stato bello farne parte. Però essere stati pionieri con il prof Bogliolo e tutti i colleghi che vi hanno partecipato de MOOC CODING IN YOUR CLASSROOM é impagabile.

  • Felicissima di poter offrire in “pillole” un ulteriore supporto, attraverso questa trasmissione, ai colleghi che hanno completato il mooc “Coding in your classroom, now” e per i quali ho assunto il ruolo di facilitatrice nell’ I.C. Castel Volturno Villaggio Coppola (CE). Sto invitando tutti loro a seguire “Coding” e a fare tesoro degli spunti e dei suggerimenti che ne verranno per strutturare in maniera organica i percorsi da proporre agli alunni. Grazie Alessandro, sempre disponibile! Grazie Rai Scuola, che si conferma anche questa volta un ottimo palinsesto!

  • Una nuova grande iniziativa per diffondere il coding nelle scuole. Un metodo che entra a far parte di te ….naturalmente .. La grande dote del prof Bogliolo e’ proprio quella di parlare in modo semplice e con gli esempi su campo riesce a coinvolgere ,incuriosire ed entusiasmare docenti e discenti. Seguo Alessandro da due anni ormai e sento di far parte di una grande famiglia !Grazie prof per tutto quello che sa trasmetterci con la sua grande competenza , le sue innumerevoli iniziative ed il suo contagioso entusiasmo

  • Non vedo l’ora. Grazie, prof! Spero che quest’esperienza possa smuovere le coscienze di tanti docenti, che oppongono ancora tanta resistenza. Si può cambiare e si deve.

  • Sono davvero emozionata, è una grande opportunità per tutti, docenti e alunni e anche famiglie, per comprendere che la scuola deve essere un caposaldo, deve essere al passo con l’innovazione. Ciò è possibile solo sviluppando il Pensiero Computazionale. Grazie al prof. Alessandro Bogliolo e Rai scuola.

  • Grazie professore, sarà possibile vederle in streaming anche a scuola magari il giorno dopo alla messa in onda per i ragazzi?

  • Finalmente! Non vedo l’ora di “vedere” come applicare un coding che spero adattabile anche alla scuola dell’infanzia. Dopo aver letto il libro Coding in your classroom, Now, giocato da sola, avrei bisogno di qualche idea, un trampolino di lancio unplugged (la nostra scuola attualmente non dispone di rete) per partire. Per ora grazie!

  • Grande prof. Bogliolo che con la sua bravura sta smuovendo il mondo ?. Concordo con tutto quello che è stato detto e l’arrivo del coding su rai scuola è veramente una grande soddisfazione ? meritata pienamente dal prof. Per la sua grande professionalità e determinazione, offrendo a noi docenti e ai nostri alunni terreno fertile su cui poter lavorare. Complimenti vivissimi prof. Bogliolo e buon lavoro.

  • Molto interessante il tema, di grande attualità, e l’approccio con cui avete pensato di trattarlo. Da non perdere!

  • Seguirò con piacere questa iniziativa di coding su RAI Scuola.Grazie prof.Bogliolo lei è una persona coinvolgente ed entusiasmante-

  • Bellissima iniziativa, peccato non vedere coinvolti anche i bambini dell’infanzia!!!
    Dopo un percorso di attività unplugged con i miei alunni di cinque anni ho iscritto la sezione a “Programma il futuro” Corso 1 di Code.org e i risultati sono molto soddisfacenti; mi piacerebbe però confrontarmi con colleghe della scuola dell’infanzia e avere qualche suggerimento in più per questa fascia di età. Grazie

  • Ho seguito il primo appuntamento di CODING in Tv.
    Auspico che ci saranno a rappresentanza anche insegnanti della Scuola dell’Infanzia nelle prossime puntate.
    Buona serata.

  • Ho seguito il primo appuntamento in tv stasera …….. che bella la scuola quando si fa coding !!!!!!
    Ho osservato con attenzione gli sguardi degli alunni sia piccoli che grandi …brillavano di curiosità ed interesse …non sempre è così …..e la colpa purtroppo è solo nostra.
    Grazie prof.,perchè con i suoi insegnamenti ,ci stimola continuamente ad andare avanti e ad attuare questo importante cambiamento nella scuola italiana.

  • Percorso stupendo. Da subito ho capito che il coding fosse costruttivo a scuola. Ora in diretta sulla Rai beh!!!
    Inviterò i miei alunni a seguirlo.

  • Complimenti x l’idea! Se fosse stata proposta l’attività nella zona di Pesaro mi sarei proposta sicuramente con la mia scuola. Comunque inviterò i miei alunni e colleghi a seguire le puntate.

  • Professore, ho seguito oggi. Che bello! Complimenti! Nel nostro piccolo, cerchiamo di accendere anche noi l’interesse dei bambini e di fare in modo che sia trasferito in ogni situazione della vita. Ora finalmente abbiamo il laboratorio e ci risentiremo. Buon lavoro.

  • Sarà molto interessante cercherò di non perdere nessuna puntata.Ho già condiviso la notizia con le mie colleghe e son certa che saranno in tante a seguirla.

  • Ottima iniziativa. E’ bene che si possa vederla in replica così è possibile seguire tutte le puntate e proporla ai ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *