Didattica e innovazione ai tempi dell’esponenziale

In occasione del Seminario Strategico di Città della Scienza, a Procida, ho fatto una riflessione sul rapporto tra istruzione e innovazione. Ho usato un piano cartesiano che ha per assi lo scorrere del tempo, scandito dalla distanza generazionale tra docenti e discenti, e l’innovazione, rappresentata usando come unità di misura la quantità di innovazione alla quale mediamente un individuo è in grado di adeguarsi nel corso della propria vita. Non è una vera unità di misura, perché non saprei darne una definizione rigorosa né saprei usarla per fare valutazioni quantitative, ma su questo strano piano cartesiano hanno trovato rappresentazione pensieri che avevo in testa da un po’ e che non avrei saputo figurare diversamente.

Per rendere le slide più accattivanti mi è bastato usare una foto dell’isola come sfondo del grafico.


Un pensiero su “Didattica e innovazione ai tempi dell’esponenziale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *