CodyColor doppia scelta

Inauguriamo il 2021 con un nuovo gioco basato su CodyColor, liberamente ispirato a Tripples, bellissimo gioco da tavolo artigianale che ho ricevuto in regalo da mia figlia per Natale.

E’ un gioco competitivo tra due giocatori o due squadre, che si fronteggiano su una scacchiera 5×5 seguendo le regole base di CodyColor: quando il robot entra su una casella, decide se girarsi a sinistra, proseguire diritto, o girarsi a destra, in base al colore della casella stessa: giallo, grigio, o rosso.  Eseguita l’istruzione associata alla casella in cui si trova, il robot passa alla casella di fronte a sé, alla ricerca dell’istruzione successiva.

Doppia scelta offre al giocatore di mano l’opportunità di scegliere se eseguire l’istruzione codificata dal colore della casella su cui si trova la propria pedina, oppure quella codificata dal colore della casella su cui si trova la pedina dell’avversario. Lo scopo del gioco è raggiungere la meta muovendo le pedine a turno con questo criterio.

Potete scegliere liberamente le posizioni di partenza e di arrivo, purché non favoriscano uno dei due giocatori e non offrano un percorso verso la meta secondo le regole classiche di CodyColor. L’immagine di copertina presenta tre varianti: nel primo caso le due squadre hanno la stessa destinazione; nel secondo caso ogni squadra deve raggiungere l’angolo opposto della scacchiera; nel terzo caso le due squadre partono da angoli opposti della scacchiera e devono conquistare l’una la posizione dell’altra.

Regole del gioco

Preparazione. Partendo da una scacchiera bianca, a turno le due squadre colorano le caselle, una alla volta, di giallo, di grigio o di rosso. Si scelgono i punti di partenza e di arrivo (seguendo uno dei tre schemi proposti o inventandone di nuovi). Si verifica che non vi sia un percorso CodyColor tra i punti di partenza e i punti di arrivo.

Apertura. Entrambe le squadre portano le proprie pedine all’interno della scacchiera. A questo punto il robot bianco muove per primo e le due squadre proseguono giocando a turno.

Mossa. Il giocatore o la squadra di turno guarda il colore su cui si trova il proprio robot e il colore su cui si trova il robot avversario e sceglie la mossa codificata da uno dei due colori. Poiché i colori (giallo, grigio e rosso) codificano solo le rotazioni sul posto (rotazione di 90 gradi a sinistra, nessuna rotazione, rotazione di 90 gradi a destra), la mossa consiste nell’eseguire la rotazione codificata dal colore scelto per poi spostare il robot nella casella di fronte. Dalla scacchiera non si esce se non per raggiungere la meta. Quindi se uno dei due robot si trova rivolta verso il bordo senza caselle di fronte, non passa alla casella successiva e attende di potersi ruotare verso caselle valide per muoversi.

Mossa obbligata 1. Se i due robot si trovano su caselle con lo stesso colore, il giocatore di turno non ha scelta e deve effettuare la mossa codificata da quel colore. Nell’esempio in figura, il bianco può solo proseguire diritto.

Mossa obbligata 2. Se delle due mosse una porta il robot a girarsi verso un bordo, impedendogli di passare alla casella di fronte a sé, mentre l’altra gli dà modo di procedere, la scelta ricade necessariamente sulla mossa che gli consente di procedere. Nell’esempio in figura, il bianco deve proseguire diritto.

Mossa parzialmente bloccata 1. Se entrambe le mosse portano (o lasciano) il robot girato verso un bordo, impedendogli di passare alla casella di fronte a sé, il giocatore può scegliere che mossa fare, ma dopo aver eseguito la rotazione resta sulla propria casella. Nell’esempio in figura, il bianco può girarsi a destra (rosso) o non ruotare (grigio), ma in ogni caso resta sulla propria casella.

Mossa parzialmente bloccata 2. La situazione è analoga a quella della mossa parzialmente bloccata 1, salvo per il fatto che in questo caso la mossa è obbligata e il robot resta bloccato sulla propria casella anche per più mosse consecutive. Nell’esempio in figura, il bianco ruota verso destra e non si può muovere. Alle mosse successive continuerà a ruotare verso destra fino a sbloccarsi.

Mossa bloccata. Se il robot è rivolto verso un bordo e entrambi i robot sono sul grigio, il robot non può fare alcuna mossa, né ruotare, né procedere. Nell’esempio in figura il robot bianco è bloccato.

Stallo e patta. Se entrambi i robot si trovano su caselle grigie rivolti verso il bordo, entrambi sono bloccati, la partita è in stallo e non ci sono né vincitori né vinti.

Vittoria. Vince il giocatore o la squadra che conduce per primo il proprio robot alla meta.

Costruzione del gioco

Gli elementi del gioco sono tutti disponibili nei kit fai da te di CodyColor (tessere colorate e posizioni di partenza e d’arrivo) e di CodyRoby (scacchiera 5×5 e pedine), liberamente disponibili su questo sito. Doppia scelta può essere giocato anche sul pavimento, sul tappeto di CodyRoby o su una scacchiera disegnata a terra seguendo le fughe delle piastrelle o tracciando gli scacchi con il nastro adesivo. In tal caso i giocatori si muovono direttamente sulla scacchiera, senza bisogno di pedine.

Nella versione da tavolo, la soluzione più immediata è quella di disegnare una scacchiera 5×5 su un foglio, utilizzando pennarelli colorati per riempire le caselle di giallo, di grigio o di rosso. Le pedine possono essere disegnate su carta e ritagliate. E’ possibile usare come pedine anche piccoli oggetti o statuine, purché abbiano dimensioni compatibili con le caselle della scacchiera e sia chiaramente distinguibile la direzione in cui guardano.

Visto che oggi è il primo dell’anno, Giovanna Landi ha pensato di utilizzare tappi di spumante come pedine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *