Iniziamo insieme

welcome2016

Domani, 22 settembre 2016, alle 16:30, inizia una nuova avventura.

Migliaia di insegnanti che hanno introdotto il coding in classe nella seconda metà dello scorso anno scolastico si sono messi a disposizione dei colleghi per estenderne l’applicazione a livello di istituto. In molte scuole si sono costituiti dei veri e propri gruppi di lavoro pronti a partire insieme.

Lo faranno in piena autonomia, ma sapendo di poter contare su tre risorse:

  • CodeMOOC (Coding in Your Classroom, Now!), il corso aperto online sempre disponibile du EMMA
  • Una grande comunità di apprendimento collaborativo online (particolarmente attiva su Facebook)
  • I colleghi della stessa Scuola che hanno già seguito il CodeMOOC e che sono disponibili a svolgere il ruolo di facilitatori 

L’incontro del 22 è un incontro motivazionale. Servirà a conoscerci, a chiarire il significato di coding e pensiero computazionale, a spiegare le ragioni della loro applicazione a scuola, e a stabilire come sfruttare al meglio le risorse disponibili e come lavorare insieme.

La diretta inizierà alle 16:30. Prima della diretta vi consiglio di caricare sui vostri cellulari la pagina dei sondaggi istantanei già attiva) che useremo durante la diretta e guardare la video-presentazione di CodeMOOC. Servirà da introduzione e vi darà modo di verificare che audio e video funzionino adeguatamente. Chi non riuscirà a seguire in diretta potrà comunque rivedere le registrazioni.

Ecco il QRcode per i sondaggi e i due video:

qrcode-22-settembre

 

 

13 pensieri su “Iniziamo insieme

  • Ottima sintesi! completa di tutti i riferimenti necessari e da “girare” ai colleghi. Grazie prof.!!! Ci risparmia sempre un sacco di lavoro. Sto inviando i riferimenti nel gruppo whatsapp docenti e tramite mail a chi non è nel gruppo. E’ stata fatta una circolare per raccogliere adesioni utili a organizzare un gruppo di ascolto a scuola. Non so quanti ne riuscirò a coinvolgere, per ora ce ne sono almeno due. Aiuterebbe molto avere esempi di applicazione nelle varie discipline della scuola secondaria di secondo grado. Per ora posso solo portare la mia esperienza, avuta a maggio scorso in una prima dell’istituto alberghiero, in cui ho solo proposto l’attività su “il linguaggio delle cose” e il “corso rapido in 20 ore” che sarà completato quest’anno. In ogni caso penso che tutti noi in qualche modo già utilizziamo lo strumento del coding senza saperlo, col problem solving, attraverso la richiesta di compilazioni di schede di sintesi relative a relazioni scientifiche e non o la ricerca di un termine sul dizionario o la descrizione del termine stesso. Per quanto mi riguarda, per esempio, chiedo spesso agli studenti di descrivere quello che hanno fatto per semplificare una espressione o risolvere una equazione o un problema o anche una semplice operazione e di farlo come se dovessero dirlo a qualcuno che non conosce l’argomento. La “traduzione di frasi” dal linguaggio naturale al linguaggio simbolico e viceversa permette di far comprendere, ad esempio, che dire “il quadrato di una somma” sia molto diverso dal dire “la somma dei quadrati”, in questo modo si riesce anche a far riflettere sull’importanza sia dell’ordine con cui si eseguono le operazioni che della chiarezza delle istruzioni necessarie a raggiungere un determinato obiettivo. E qui l’esempio del Maestro Manzi, che porta in classe uno spazzolino e il dentifricio e chiede agli alunni di indicare tutti i passi necessari a lavarsi i denti, calza perfettamente! Di tutto questo, però, vorrei parlarne e confrontarmi con i miei colleghi dopo la diretta di domani.

    • Germana, sei riuscita a confrontarti con i tuoi colleghi? Ho molto apprezzato il riferimento al Maestro Manzi…davvero un innovatore eterno…(nel senso che le sue idee sono ancora attuali)… interessanti riflessioni grazie

      • No Giovanna, dopo la diretta si è discusso sulla proposta, avanzata da qualcuno, di chiedere l’autorizzazione alla preside per incontrarci a scuola e seguire insieme il codemooc. Poiché l’autorizzazione è stata concessa, e sarò il facilitatore del gruppo, spero di poter approfondire nei prossimi incontri.

  • buonasera,
    ho seguito la diretta introduttiva al corso che ha confermato, come avevo intuito, che le lezioni sono già visionabili. Io non le trovo.
    sono già iscritta ad EMMA, però quando clicco in corrispondenza delle varie lezioni, accedo sempre alla stessa pagina.
    c’è un reindirizzamento che da qui http://platform.europeanmoocs.eu/unit_il_labirinto porta qui https://platform.europeanmoocs.eu/course_coding_in_your_classroom_now

    cosa devo fare?

    grazie

    Anna

  • Prof. questa sera per dirla alla Kung Fu Panda….sei stato MI-TI-CO! A parte gli scherzi…li hai contagiati anche se un po’ di merito va ai miei fantastici Muffins….anche quelli colpiscono sempre al centro!
    Primo step: UN SUCCESSO! Ora vado a commentare il post del blog “Un modello per il coding a scuola” visto che non ho ancora detto la mia!

  • molto bene,
    avevo già cominciato a visionare la prima lezione ed eseguito il primo compito, ma preferisco seguire la scansione proposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *