SOFIA e i MOOC

SOFIA-header

S.O.F.I.A. è un acronimo, che sta per Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti. Si tratta di una piattaforma-catalogo online realizzata dal MIUR nell’ambito del piano di formazione dei docenti. Sia la piattaforma che la documentazione si trovano a questo indirizzo: http://sofia.istruzione.it/. Il documento più recente, del primo giugno 2017, è una utile nota esplicativa che chiarisce che S.O.F.I.A. è un ausilio per i docenti, che aggrega proposte formative di enti diversi presentandole in un catalogo omogeneo e consente ai docenti di ruolo registrati di creare un proprio archivio di attività formative seguite. Chiarisce anche bene che SOFIA non eroga corsi e non gestisce il portfolio del docente.

M.O.O.C. è un acronimo che conoscete bene, sta per Massive Open Online Courses.  CodeMOOC ha proprio queste caratteristiche, è un corso online aperto erogato dall’Università di Urbino sulla piattaforma EMMA e può essere seguito gratuitamente da un numero arbitrario di persone, senza scadenze o vincoli temporali di alcun genere. E’ un corso accreditato come lo sono tutti i corsi erogati dalle Università italiane e come lo sono gli altri MOOC dell’Università di Urbino sul coding, rCodeMOOC e CodeMOOC2, e non solo.

Come funziona SOFIA

Gli enti che erogano formazione devono registrarsi sulla piattaforma ed essere approvati. L’approvazione implica la verifica di accreditamento. Le Università, come dicevo, sono soggetti già accreditati, ma nondimeno devono registrarsi e attendere l’abilitazione dell’account di gestione delle proprie iniziative. Una volta abilitato, l’ente erogatore può inserire la propria offerta formativa, compilando i campi che la descrivono e ne permettono la pubblicazione sul catalogo di SOFIA. Una stessa attività formativa può avere più edizioni, con le proprie date di iscrizione e di erogazione.

Per ogni attività formativa a catalogo, SOFIA offre funzionalità che consentono ai docenti di iscriversi e agli enti erogatori di gestire le iscrizioni, attestare la frequenza ed eventualmente caricare i certificati. Fin qui tutto bene, ma occorre fare alcune precisazioni importantissime che non sono esplicitate nella documentazione ufficiale:

  • SOFIA non è la piattaforma su cui i corsi sono erogati
  • L’iscrizione ad un corso su SOFIA non corrisponde necessariamente all’iscrizione al corso, né dal punto di vista amministrativo né dal punto di vista sostanziale. A titolo di esempio, CodeMOOC è erogato su EMMA e per seguirlo i docenti devono iscriversi su EMMA. Altro esempio, la Summer School che organizzo a Urbino prevede l’iscrizioni all’Università. Effettuando l’iscrizione su SOFIA non fate nient’altro che manifestare al sistema la vostra intenzione di seguire i corsi. ma dovete verificare attentamente le modalità di iscrizione ai corsi stessi.
  • Molte piattaforme di erogazione e molti enti erogatori di corsi hanno le proprie modalità per la consegna degli attestati di partecipazione o di completamento. Ad esempio, CodeMOOC vi consegna gli attestati in forma di OpenBadge, con un evidence che conduce al certificato in pdf. La conferma di frequenza e il caricamento degli attestati su SOFIA non sono in alcun modo sincronizzati alle piattaforme di erogazione dei corsi, nè ai sistemi informativi degli enti erogatori. Quindi sono operazioni che, eventualmente, può fare a mano un operatore incaricato dall’ente erogatore stesso, il più delle volte duplicando operazioni già previste dal regolamento o dalla prassi dell’ente erogatore.
  • SOFIA non è un catalogo esaustivo dell’offerta formativa accreditata.
  • Nell’attuale implementazione, quando il responsabile dell’ente erogatore attesta la frequenza di un corso su SOFIA deve farlo a mano per tutti gli iscritti nello stesso momento. Vale a dire che, avendo un modulo online con l’elenco di tutti gli iscritti, deve selezionare ad uno ad uno i frequentanti e poi inviare il modulo. Questa operazione attribuisce la frequenza del corso a tutti quelli selezionati escludendo tutti quelli non selezionati, senza possibilità di redenzione. A questo punto potrebbe caricare a mano, ad uno ad uno, i certificati dei frequentanti.

SOFIA e i MOOC on demand

In base alle caratteristiche sopra elencate, al momento SOFIA è assolutamente incompatibile con le modalità di gestione dei MOOC on demand, sia per la numerosità degli iscritti (CodeMOOC ne ha più di 18.000 e la gestione manuale delle iscrizioni, delle frequenze e degli attestati genererebbe ritardi ed errori inimmaginabili) sia per la mancanza di una scadenza unica da applicare a tutti gli iscritti.

Non escludo che SOFIA evolva implementando funzionalità che permettano di gestire anche i MOOC. Queste le soluzioni che riterrei necessarie a questo scopo: API (interfacce automatiche) per la sincronizzazione con i sistemi informativi e le piattaforme degli enti erogatori, riconoscimento progressivo delle frequenze, caricamento degli attestati da parte dei docenti una volta che l’ente erogatore ha riconosciuto la frequenza.

Iniziative formative extra-piattaforma

Da qualche giorno SOFIA consente ai docenti di caricare sulla piattaforma gli attestati di iniziative formative extra. Questo serve sia a caricare gli attestati di iniziative pregresse, in modo da costituire un proprio archivio completo, sia a carica attestati di corsi accreditati che, per le ragioni esposte sopra, non sono presenti su SOFIA.

Si tratta di una soluzione molto pragmatica, che pone solo il problema della descrizione disomogenea delle attività, lasciata a totale discrezione dei docenti. Pertanto, due docenti con lo stesso attestato potrebbero caricarlo dando descrizioni diverse dell’attività formativa svolta.

Proposta per il MIUR

Propongo di permettere agli enti erogatori di caricare su SOFIA attività formative specificandone tutti i dettagli, ma scegliendo di non gestire iscrizioni e frequenze su SOFIA. I docenti, ricevuto dall’ente erogatore il proprio attestato di frequenza al di fuori di SOFIA, potrebbero caricarlo su SOFIA selezionando dal catalogo l’attività formativa a cui associarlo. Questo renderebbe molto più chiaro, semplice, pragmatico e inclusivo il ruolo di SOFIA come catalogo di attività formative accreditate e archivio di attività svolte dai docenti.

Il Coding di UniUrb su SOFIA

Su SOFIA trovate la Summer School 2017 e se vi siete già iscritti tramite l’Università avete tempo fino al 15 agosto per indicare anche su SOFIA la vostra iscrizione. Su SOFIA dovete cercare “SUMMER SCHOOL CODEMOOC 2017”.

Per i MOOC (CodeMOOC, rCodeMOOC, CodeMOOC2) e per la Summer School 2016 potete invece usare il caricamento dell’attestato come iniziative formative extra.

Nel prossimo paragrafo vi faccio vedere a titolo di esempio come caricare l’attestato di CodeMOOC.

Come caricare l’attestato di CodeMOOC

In attesa che il rapporto tra SOFIA e i MOOC evolva, potete sfruttare il caricamento di attestati di iniziative extra per caricare su SOFIA il vostro attestato di completamento di CodeMOOC. Vi mostro come fare passo passo grazie alla collaborazione di Alfonsina Cinzia Troisi e al suo certificato di completamento. In particolare, vi mostro come compilare tutti i campi descrittivi in modo da rendere omogenea la descrizione che ne darete:

CodeMOOC-attestato

Entrate nella piattaforma con le vostre credenziali.

SOFIA-CodeMOOC-1

Selezionate INIZIATIVE FORMATIVE EXTRA.

SOFIA-CodeMOOC-2

Compilate tutti i campi come nell’esempio seguente, caricate il pdf del vostro certificato e premete il pulsante SALVA. Cliccando sulla figura sottostante la potete ingrandire per leggere il contenuto. Vi invito a prestare attenzione alla data riportata sul vostro attestato e a renderla coerente con l’A.S. che indicate. Se, ad esempio, la data riportata è il 29 giugno 2016, come nel caso di Alfonsina, l’A.S. è il 2015/16. Scrivete 2015 e il 16 comparirà automaticamente. Da settembre in poi scatta l’A.S. successivo. Come date di svolgimento indicate quelle effettive e in ogni caso date comprese tra il 25 gennaio 2016 (data di prima attivazione) e la data riportata sul vostro attestato di completamento.

SOFIA-CodeMOOC-3

Per permettervi di fare copia e incolla, ecco il testo da inserire nei campi a testo aperto:

  • Soggetto erogatore: Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”
  • Titolo: Coding in Your Classroom, Now!
  • Ore: 48
  • Eventuali competenze in uscita:  Al completamento del corso il docente: ha acquisito familiarità con i principi base della programmazione e del pensiero computazionale; ha sperimentato la programmazione visuale a blocchi applicandola alla soluzione di semplici esercizi e schemi di gioco, all’implementazione di semplici progetti software e alla rappresentazione di procedimenti; è entrato in contatto con una comunità di pratica che gli ha offerto l’opportunità di confronto sull’applicazione del  pensiero computazionale in classe e sulla pratica del coding come strumento trasversale.
  • Data svolgimento -> Dal: non prima del 25 gennaio 2016
  • Data svolgimento -> Al: non oltre la data riportata sul certificato
  • Modalità di erogazione -> altro: MOOC
  • Sede -> Indirizzo: DiSPeA – Piazza della Repubblica 13
  • Sede -> Provincia: PS
  • Sede -> Comune: URBINO

Ecco il risultato.

SOFIA-CodeMOOC-4

Cosa indicare per CodeMOOC2

Ecco i dati da inserire per CodeMOOC2:

  • Soggetto erogatore: Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”
  • Titolo: Making Apps in Your Classroom, Now!
  • Ore: 25
  • Eventuali competenze in uscita:  Al completamento del corso il docente: ha acquisito familiarità con i concetti di applicazione e di piattaforma di sviluppo; ha avuto l’opportunità di riflettere sulle applicazioni pratiche del pensiero computazionale e del coding in classe; ha sperimentato l’uso di diverse piattaforme elementari per lo sviluppo di applicazioni web, applicazioni native, e applicazioni unplugged; è entrato in contatto con una comunità di pratica che gli ha offerto ampie opportunità di confronto interdisciplinare e verticale sull’applicazione pratica del  pensiero computazionale in classe.
  • Data svolgimento -> Dal: non prima del 20 febbraio 2017
  • Data svolgimento -> Al: non oltre la data riportata sul certificato
  • Modalità di erogazione -> altro: MOOC
  • Sede -> Indirizzo: DiSPeA – Piazza della Repubblica 13
  • Sede -> Provincia: PS
  • Sede -> Comune: URBINO

Cosa indicare per rCodeMOOC

Ecco i dati da inserire per rCodeMOOC:

  • Soggetto erogatore: Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”
  • Titolo: Coding in Their Classrooms, Now!
  • Ore: 10
  • Eventuali competenze in uscita:  Al completamento del corso il docente: ha acquisito consapevolezza della possibilità di utilizzare il coding e il pensiero computazionale come risorsa di istituto e strumento di coinvolgimento, di confronto interdisciplinare e di continuità verticale; ha ha elaborato strategie per offrire supporto ai colleghi nel primo approccio al coding; è entrato in contatto con una comunità di pratica che gli ha offerto ampie opportunità di confronto sulle modalità di introduzione e di applicazione del pensiero computazionale a scuola.
  • Data svolgimento -> Dal: non prima del 19 settembre 2016
  • Data svolgimento -> Al: non oltre la data riportata sul certificato
  • Modalità di erogazione -> altro: MOOC
  • Sede -> Indirizzo: DiSPeA – Piazza della Repubblica 13
  • Sede -> Provincia: PS
  • Sede -> Comune: URBINO

E

43 pensieri su “SOFIA e i MOOC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *