UniUrb per il PON sul pensiero computazionale

uniurb-per-il-pon

Avendo ricevuto molte richieste di partenariato per il PON sul pensiero computazionale (la cui scadenza è stata prorogata al 19 maggio) ho ritenuto corretto cercare un modo sostenibile per offrire il supporto gratuito dell’Università di Urbino a tutte le scuole che lo ritengano utile. Grazie all’autorizzazione del Rettore e alla collaborazione delle colleghe Berta Martini, professoressa di pedagogia generale e sociale, Manuela Berlingeri, professoressa di psicometria, e Carmen Belacchi, professoressa di psicologia dello sviluppo e psicologia dell’educazione, e all’immancabile supporto tecnico del mio gruppo, possiamo mettere a disposizione delle scuole partecipanti al PON:

  1. Sillabi, linee guida e tracce per lo sviluppo di 4 moduli da 30 o 60 ore per l’introduzione del pensiero computazionale per 4 fasce d’età: infanzia e biennio primaria, triennio primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado.
  2. Spunti per l’applicazione interdisciplinare e metodologica dei concetti di pensiero computazionale introdotti nei moduli di cui al punto 1, ispirati a CodeMOOC e alle videolezioni del programma Coding di RAI Scuola, supportati dal confronto con la comunità di pratica di CodeMOOC e possibilmente abbinati a metodologie didattiche innovative (compiti di realtà e didattica capovolta).
  3. Test psicometrici e strumenti di valutazione, con linee guida per la somministrazione e l’elaborazione.
  4. Banca dati online a cui conferire i risultati della sperimentazione nel rispetto della normativa vigente in materia di privacy al fine di ottenerne eleborazioni statistiche e contribuire alla realizzazione di una banca dati condivisa che renda disponibili alla ricerca scientifica open data aggregati e anonimi e favorisca il riuso di buone pratiche.

Le scuole che intendono avvalersi della collaborazione dell’Università di Urbino posso farne domanda online compilando il modulo di adesione alla proposta, che comporta il rilascio della dichiarazione d’intenti da parte dell’Università di Urbino e l’impegno reciproco a formalizzare la convenzione non onerosa in caso di approvazione del PON. Ai fini del corretto rilascio della dichiarazione d’intenti è essenziale che nel modulo vengano correttamente indicati il codice meccanografico della scuola richiedente e l’indirizzo e-mail al quale recapitare la dichiarazione in formato pdf. In caso di disguidi o errori di compilazione seguire le istruzioni fornite al termine della compilazione della modulo o via e-mail per effettuare le dovute correzioni.

richiesta

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Via Aurelio Saffi, 2 – 61029 Urbino PU – IT
Partita IVA 00448830414 – Codice Fiscale 82002850418
Rappresentata dal Rettore, Prof. Vilberto Stocchi

L’Università di Urbino NON si impegna a sviluppare progetti personalizzati né ad offrire personale docente che svolga il ruolo di esperto nell’erogazione dei moduli. Trovate qui alcune indicazioni informali di carattere generale fornite al solo scopo di permettere alle scuole di verificare la coerenza tra i propri progetti e il tipo di supporto che l’Università di Urbino potrà fornire in fase di erogazione.

Alle scuole che ritengano utile avvalersi di consulenti esterni per la compilazione delle proposte segnalo con piacere organizzazioni di cui conosco l’esperienza e che mi hanno confermato la disponibilità ad offrire supporto alla compilazione dei bandi coerentemente con la proposta in oggetto. Aggiungero’ ulteriori organizzazioni alla lista a mano a mano che ne ricevero’ riscontro.

 

 

73 commenti su “UniUrb per il PON sul pensiero computazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *