Nel 2019 ti invito ad iniziare da qui

Tre anni fa, a quest’ora, iniziava CodeMOOC, il primo corso di formazione online, aperto e gratuito, concepito per aiutare gli insegnanti ad introdurre il pensiero computazionale a scuola attraverso il coding. Vedete qui sotto il ricordo dell’annuncio su Facebook e la registrazione di quella prima lezione.

Da allora il corso è sempre rimasto attivo e ha dato vita ad una comunità di pratica che ha coinvolto decine di migliaia di insegnanti e oltre un milione di alunni, producendo un impatto enorme sul sistema scolastico e introducendo nuove forme di collaborazione tra insegnanti. Nel corso di questi tre anni l’Università di Urbino ha arricchito l’offerta formativa nell’ambito del coding e del pensiero computazionale offrendo molti altri MOOC, summer school, insegnamenti universitari e strumenti di coding innovativi (http://codemooc.org/risorse/).

La rete di insegnanti che hanno sviluppato competenze ed esperienze sul coding a scuola sta crescendo e si arricchisce giorno per giorno di nuove persone, di nuovi strumenti e di nuove idee. Da qualche settimana è nata anche CODEMOOC NET, un’associazione culturale senza scopo di lucro alla quale chiunque può aderire per contribuire allo sviluppo di strumenti che consentano di mettere più efficacemente al servizio del sistema scolastico le proprie esperienze e compoetenze.

Il bandolo della matassa

La quantità di materiale prodotto in questi anni e la ricchezza degli stimoli che quotidianamente arrivano dalla comunità di pratica rende necessario suggerire un punto di partenza a chi si sta avvicinando ora al coding e all’ecosistema di CodeMOOC. Con il gergo utilizzato in un webinar sugli algoritmi, potrei dire che ogni anno si rende necessario indicare il bandolo della matassa, da cui iniziare a dipanarla.

Il punto di partenza che propongo quest’anno è insolito e leggero: il nano-MOOC Coding per genitori.

E’ un corso brevissimo, composto da 10 pillole di un minuto, che ho concepito per offrire agli insegnanti che praticano il coding uno strumento per rendere partecipi i genitori dei loro alunni. Ritengo che ci siano tante buone ragioni per iniziare da qui:

  1. Come tutti gli altri MOOC Uniurb, il corso è gratuito, online, on-demand e accreditato;
  2. Il corso è brevissimo e in un’ora vi dà gli strumenti per orientarvi in un mondo variegato e cangiante;
  3. Se lo trovate utile, potete immediatamente condividerlo con i genitori dei vostri alunni, per renderli partecipi del percorso che avete intrapreso;
  4. Il corso è erogato sulla piattaforma MOOC Uniurb e frequentandolo avrete modo di sperimentarne le caratteristiche che ritroverete negli altri MOOC;
  5. Al termine del MOOC, riceverete badge e certificato di completamento e potrete decidere come proseguire.

L’altro consiglio fondamentale è di entrare nel gruppo Facebook di ComeMOOC, al quale potrete sempre rivolgervi per chiedere aiuto e consiglio o condividere esperienze di coding a scuola.

Benvenuti!

 

 

2 commenti su “Nel 2019 ti invito ad iniziare da qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *